2017-03-21

Interpretariato consecutivo

È una modalità di interpretariato tipica per trattative, riunioni, presentazioni e conferenze, dove l’interprete e il relatore, posizionandosi vicini l’uno all’altro, parlano alternandosi tra loro e, quindi, l’interprete traduce con interruzioni le frasi più o meno lunghe del relatore. La difficoltà sta nel fatto che tale lavoro richiede all’interprete una buona memoria (o, dove è possibile, una buona tecnica nel prendere gli appunti) per far sì che non dimentichi niente di ciò che si va dicendo. Rispetto alla traduzione simultanea ha lo svantaggio che i tempi necessariamente si raddoppiano.

Aree di applicazione:

Trattative commerciali, presentazioni di prodotti, conferenze stampa, presentazioni di libri, feste di inaugurazione di mostre ed esposizioni, conferenze tecniche, manifestazioni politiche, eventi diplomatici, tavoli tecnici, manifestazioni sportive, assemblee dei soci

Una variante dell’interpretariato consecutivo è quello di accompagnamento durante il quale l’interprete partecipa alla situazione in qualità, appunto, di accompagnatore e aiutante personale del committente traducendo in blocchi brevi quello che si rende necessario a seconda delle situazioni.

Aree di applicazione:

Interventi di installazione e di manutenzione di macchine e impianti, sopralluoghi, disbrigo di pratiche burocratiche, passeggiate in città (ma non come guida turistica).