2017-03-21

Interpretariato simultaneo

Si usa soprattutto a convegni e congressi dove gli interpreti lavorano in cabina e traducono parlando in parallelo al relatore, mentre il pubblico ascolta con l’uso di cuffie. A causa dell’elevato sforzo intellettuale che tale lavoro richiede, quasi sempre lavorano due interpreti (salvo il caso di relazioni molto brevi) che si danno il cambio ogni 20-30 minuti per avere la possibilità di rigenerarsi. Se richiesto, posso provvedere alla presenza sia di questo secondo collega sia dell’intera apparecchiatura tecnica (cabina e cuffie).

Aree di applicazione:

Convegni tecnici, trasmissioni televisive e radio, presentazioni con un elevato numero di pubblico, congressi internazionali, assemblee sindacali, comitati aziendali e consigli di fabbrica.

In casi rari, quando per qualche motivo non è presente l’apparecchiatura tecnica necessaria (quindi non c’è una cabina) e comunque la traduzione è richiesta solo per una sola persona o per pochi partecipanti, come soluzione di emergenza si può ricorrere anche alla cd. chuchotage (interpretariato sussurrato), forse la più difficile di tutte le forme di traduzione, infatti in questo caso l’interprete fa fatica a sentire il relatore a causa della propria voce che spesso disturba anche quanti sono seduti vicino.

Aree di applicazione

Udienze in Tribunale, riunioni ristrette, convegni tenuti con l’uso di una sola lingua e con la presenza di pochi partecipanti stranieri.